PROLOGO: Roma – Monterotondo

Il 30 Giugno ci troviamo tutti a PIAZZA DEL POPOLO ORE 8 per la partenza: raggiungiamo villa Borghese percorrendo via del Corso e salendo al Pincio. Attraversiamo piazza Ungheria ed entriamo in villa Ada usciamo al laghetto e troviamo il percorso della via Francigena di San Francesco (in verità l’ultima tappa di quel percorso) link: http://www.viafrancigenadisanfrancesco.com/ per uscire da Roma da via della Bufalotta e poi attraverso la tenuta della Marcigliana raggiungere Monterotondo. (informazioni sui trasporti:
http://www.comune.monterotondo.rm.it/ vedi sotto la voce trasporti Rossi bus linea 4 blu – da Monterotondo a scalo. Per tornare a Roma si prende la linea ferroviaria urbana Passo Corese – Fiumicino, frequenza ogni 20 minuti)

Per partecipare al prologo non è richiesta iscrizione, anzi dobbiamo essere il più numerosi possibile per dimostrare con la nostra partecipazione la solidarietà alle popolazioni della conca aquilana e sostenere la richiesta che la ricostruzione de L’Aquila e degli altri comuni colpiti dal sisma oltre che più in generale la messa in sicurezza del territorio siano messi al primo punto dell’azione di governo prima di ogni altra “grande opera”, come ove occorresse anche il sisma che in questo periodo sta colpendo l’Emilia ci ammonisce di fare.

Da Monterotondo gli iscritti a tutta la Lunga Marcia si trasferiscono a Marcellina per festeggiamenti e pernottamento. Il mattino successivo all’alba partenza per la Lunga Marcia per L’Aquila.
Per chi vuole arrivare direttamente a Marcellina c’è la linea ferroviaria FS (per Tivoli) con scalo a Marcellina stazione e navetta comunale in corrispondenza con l’arrtivo dei treni.

LE CINQUE TAPPE

PRIMA TAPPA: da Marcellina a Orvinio

Partenza da Marcellina prato Favale, per prato Campitello, Casale Capo di Porco, Monte Pellecchia con arrivo al piano delle “Pratarelle” e poi Orvinio.

Il percorso segue il sentiero TTP (trekking dei tre parchi – Carta escursionistica Monti Lucretili – Navegna e Cervia – Edizioni il Lupo) fino al piano delle Pratarelle, per poi tagliare verso Orvinio lungo la strada provinciale che viene da Scandriglia.

Il borgo di Orvinio

Accoglienza e pernottamento: www.ilsorrisodeimonti.it (Simona)

DETTAGLIO PERCORSO: 20 KM
– 6/7 ORE DI CAMMINO
– DISLIVELLO IN SALITA + m.700
– IN DISCESA – m. 750
– QUOTA DI ARRIVO M.809

Comuni attraversati: Orvinio
I borghi più belli d’Italia
Comuni italiani
Comune di Orvinio

Trasporti:
http://www.cotral_Orari_Comune/Orvinio.pdf

 

SECONDA TAPPA: da Orvinio a Castel di Tora

Partendo da Orvinio si scende lungo le vallate in vista di Pozzaglia Sabina, passando per le trecentesche vestigia dell’abbazia di S.Maria del Piano, per arrivare sulle rive del lago del Turano, a Castel di Tora.

Castel di Tora, sulle sponde del Lago di Turano

Il percorso segue il sentiero TTP (trekking dei tre parchi – Carta escursionistica Monti Lucretili – Navegna e Cervia – Edizioni il Lupo) fino al lago di Turano che si attraversa sul ponte stradale per poi risalire fino all’agriturismo Le Cascine per il pernottamento, già pronti al punto di partenza per la tappa successiva.

Accoglienza e pernottamento: agriturismo “La Posta”, agriturismo le cascine (Paola)

DETTAGLIO PERCORSO: KM 12
– TEMPO STIMATO 4/5 ORE
– DISLIVELLO IN SALITA +M. 650
– IN DISCESA -M.750
– QUOTA DI ARRIVO M.650

COMUNI ATTRAVERSATI:

Pozzaglia Sabina
Comuni italiani

Comune di Pozzaglia Sabina

Castel di Tora
I borghi più belli d’Italia

Comune di Castel di Tora
Castelditora.com

TRASPORTI
http://www.cotralspa.it/PDF_Orari_Comune/Castel_di_Tora.pdf

TERZA TAPPA: da Castel di Tora a Borgo San Pietro di Petrella Salto

Salita da Castel di Tora per Vallecupola costeggiando il Monte Navegna (in parte carrareccia in parte su strada), poi lunga discesa verso Rocca Vittiana e il Lago del Salto che costeggiamo (in minibus) lungo la riva settentrionale per raggiungere Borgo San Pietro, frazione di Petrella Salto.

Petrella Salto (RI)

Accoglienza e pernottamento: Casa vacanze “La Palombara”

DETTAGLIO PERCORSO: KM 20
– TEMPO STIMATO 5/6 ORE
– DISLIVELLO IN SALITA +M. 550
– IN DISCESA -M.550
– QUOTA DI ARRIVO M.650

COMUNI ATTRAVERSATI:
Vallecupola
Rocca Vittiana
Borgo San Pietro di Petrella Salto

TRASPORTI:
http://www.cotralspa.it/PDF_Orari_Comune/Appo_Nuovi_Orari/Petrella_Salto.pdf

 

QUARTA TAPPA: da Borgo San Pietro a Fonte dell’Ospedale attraverso la piana di Rascino

Dal lago del Salto, salita ai meravigliosi altipiani di Rascino, con vista dell’omonimo lago. Arrivo presso il rifugio “Antica Pietra” nel cuore degli altipiani (salsicce, farro e lenticchie da agricoltura bio… da premio Oscar!!!).

L’altopiano di Rascino

È la tappa più bella per gli amanti della montagna. Non si attraversano luoghi abitati. Si sale direttamente dalla Palombara per il sentiero del Pellegrino (uno dei tanti intitolati a San Francesco) diretto al Santuario di Santa Filippa Mareri.

Si prosegue scendendo al piano dell’Aquilente e da qui si attraversa l’altopiano di Rascino fino al rifugio Casale Antica Pietra.

Accoglienza e pernottamento: Rifugio “Antica Pietra” (Vincenzo)

DETTAGLIO PERCORSO: KM 20
– TEMPO STIMATO 5/6 ORE
– DISLIVELLO IN SALITA
– IN DISCESA
– QUOTA DI ARRIVO M. 1.224.

 

QUINTA TAPPA: Dall’altopiano di Rascino all’Aquila

Dall’altopiano di Rascino discesa lunga ma dolce verso L’Aquila, passando per Villa Grande di Tornimparte. Nel pomeriggio grande camminata per raggiungere piazza Duomo e ricongiungerci con l’iniziativa Stella D’Italia e nei giorni successivi (per chi vuole fermarsi) partecipare ai Fuochi dell’Aquila.

Salva

6 thoughts on “Percorso Marcia 2012

  1. Naturalmente le carte topografiche non possono essere copiate e pubblicate perché coperte da diritti d’autore. la carta del parco dei Monti Lauretili, Riserva Monte Navegna e Cervia edizioni il Lupo può essere trovata oltre che in altri negozi d’escursionismo in Roma Via Nemorense n.135 presso “Historiae Naturae”
    Enrico

  2. invidia, invidia, invidia !!! se non avessi il ginocchio sinistro scassato (sci, Mar de Glass, Monte Bianco, 1960/61) se non avessi il morbo di Paget all’anca sinistra
    se non avessi 4 stent alle coronarie e, soprattutto se non avessi 79 anni, sarei con grandissimo piacere dei vostri – quando andavo al Gran Sasso, al ritorno, mi fermavo
    sempre all’Aquila e spesso a cena alle Tre Marie – vi auguro “in bocca al lupo” e
    salutate l’Aquila anche per me – Virgilio Milana, Castelnuovo di porto

    1. Carissimo Virgilio, Carissima Enza,

      Oggi ho saputo che Papa Francesco sarà da voi a Castelnuovo di Porto domani per lavare i piedi dei rifugiati.

      Subito ho pensato a voi ed ho voluto scrivervi due righe per mandarvi i miei più cari e vivissimi saluti.

      Spero che tutto vada bene per voi e che stiate bene di saluti.

      Ho dei bei ricordi delle visite che abbiamo fatto da voi a Castelnuovo di Porto; forse possa tornare da voi per una visita nel futuro.

      Sono sempre a Minnesota e devo ringraziare Iddio che la leucemia rimane più o meno uguale dopo gli ultimi 17 anni: non ha cambiato molto o diventato molto peggiore.

      Bene, da questa casa vostra vi mando i miei vivissimi saluti.

      Un abbraccio e buona Pasqua!

      Francisco

  3. Buona sera,sono venuto a conoscenza della manifestazione per pura fortuna,sì fortuna in quanto trovo l’evento veramente interessante.Sono un imprenditore di L’Aquila che dopo il sisma ha scelto di aprire una azienda nella vs città(da pochi mesi) per non perdere il piacere di lavorare proprio nel settore della montagna. Sarebbe interessante avere un contatto con l’organizzazione per scoprire la possibilità di partecipare attivamente all’evento. Saluti Paolo

  4. Buona sera,
    Ho letto l’itinerario del percorso che in cinque giorni raggiunge L’Aquila.Volevo sapere se era possibile conoscere in dettaglio il percorso oltre a quello che avete già segnalato su questo sito in particolar modo se vi sono zone pericolose su questo percorso.Prego gentilmente di rispondere entro domani nel primo pomeriggio e non oltre,ringrazio in anticipo per la risposta,
    Distinti saluti e buona serata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*