La Lunga Marcia per L’Aquila dall’Emilia partirà da Novi di Modena il 25 maggio 2013.

Le prime 4 tappe saranno percorse in bicicletta:

il primo giorno da Novi di Modena a Finale Emilia (25/5), in coincidenza con il Percorso C della Staffetta del Cratere, per poi proseguire attraverso l’Emilia Romagna facendo tappa a Lugo di Ravenna (26/5) e poi a Mercato Saraceno (27/5), fino ad arrivare in Toscana a La Verna (28/5), situata sul percorso del cammino di San Francesco (Santuario della Verna).

Da qui, con le prime salite appenniniche, ha inizio il trekking a piedi che ci porterà fino a L’Aquila:

Mer 29/5: La Verna – Pieve Santo Stefano 15 km
Gio 30/5: Pieve – Passo Viamaggio – Rifugio La Spinella 19 km
Ven 31/5: La Spinella – Sansepolcro 16 km
Sab 1/6: Sansepolcro – Citerna/Monterchi  13,4 km
Dom 2/6: Citerna/Monterchi – Città di Castello 22,5 km
Lun 3/6: Città di Castello – Pieve De’ Saddi 19,4 km
Mar 4/6: Pieve de’ Saddi – Pietralunga 16 km
Mer 5/6: San Benedetto Vecchio – Gubbio  24 km
Gio 6/6: Gubbio – Biscina 22 km
Ven 7/6: Biscina – Perugia 25 km
Sab 8/6: Perugia – Assisi 25 km
Dom 9/6: Assisi – Foligno (riposo)
Lun 10/6: Foligno – Nocera Umbra 20 km
Mar 11/6: Nocera Umbra – Colfiorito 22 km
Mer 12/6: Serravalle di Chienti – Camerino 21 km
Gio 13/6: Camerino – Fiastra 21 km
Ven 14/6: Fiastra – Cupi 11,5 km
Sab 15/6: Cupi – Visso 12 km
Dom 16/6: Visso – Norcia 17 km
Lun 17/6: Norcia (riposo)
Mar 18/6: Norcia – Accumoli 27 km
Mer 19/6: Accumoli – Amatrice 16 km
Gio 20/6: Amatrice – Capitignano 21 km
Ven 21/6: Capitignano – Pizzoli 20 km
Sab 22/6: Pizzoli – L’Aquila 16 km

Pernottamento a La Verna, 28 maggio 2013: si dorme in posti messi a disposizione dalla Pro Loco (variabili in base al numero dei partecipanti), ca. 25 € all inclusive.
Possibilità di dormire in tenda per chi preferisce risparmiare sul pernottamento.

NB: per la prenotazione delle tappe in bicicletta scrivete una mail a lungamarcia2013@gmail.com
all’attenzione di Silvano Tagliavini (tel. 345.72.15.135)

COME SI RAGGIUNGE LA VERNA:
http://www.diquipassofrancesco.it/it/index.asp?page=orariMezziPub

 

1) Mer 29 maggio: La Verna – Pieve Santo Stefano
(Grande Escursione Appenninicalunghezza 15  km

Dislivello in salita 220 m – dislivello in discesa 810 m

Tappa panoramica non particolarmente impegnativa, anche se con un notevole dislivello in discesa. Il maggiore punto di interesse è La Verna, luogo dove natura e spiritualità si incontrano in un perfetto equilibrio: si tratta del monte donato a San Francesco dal conte Orlando Catani, che glielo offrì per “la salute della sua anima”. Francesco vi soggiornò più volte, la prima nel 1214.

Pernottamento: hotel appena riaperto in paese  o, altra opzione, hotel Euro sulla E45 (prezzi sui 30 € mezza pensione. Sistemazione in palestra per chi vuole risparmiare.

Pieve Santo Stefano (AR)

Mezzi Pubblici per Pieve Santo Stefano:

  • SITA: Linea Firenze – Arezzo – Sansepolcro – Pieve Santo Stefano
    (Tel. 0575.74361)
  • Baschetti Autoservizi: Linea Sansepolcro – Pieve Santo Stefano
    (Tel. 0575.749816)
  • LFI: Linea Bibbiena – Chiusi della Verna – Pieve Santo Stefano
    (Tel. 0575.39881)
  • Ferrovia Centrale Umbra: Linea Perugia – Sansepolcro
    (Tel. 0575.742094)

 

2. Gio 30 maggio: Pieve – Passo Viamaggio – Rifugio La Spinella 19 km (Grande Escursione Appenninica)

Rifugio La Spinella

Dislivello in salita 633 m – dislivello in discesa 70 m

Sistemazione: 30 € mezza pensione (camerate da rifugio). Disponibilità posti tenda.

Tappa impegnativa per la salita fino al Passo di Viamaggio e per la distanza complessiva. Di notevole bellezza sia per i luoghi di passaggio (Eremo del Cerbaiolo, già monastero benedettino nel VIII secolo, e lo stesso Passo di Viamaggio), sia per l’incontro con la natura selvaggia della Riserva dell’Alpe della Luna.

Pernotteremo presso il rifugio La Spinella, citato in cronache e cartografie storiche già dall’anno 1000, prima come castello e poi come abitazione rurale e casa colonica. Fino agli anni ’60 è stato abitato da famiglie contadine. In seguito all’abbandono della montagna venne acquistato dalla Regione Toscana e convertito in  rifugio alpino.

Contattare l’organizzazione nel caso si voglia raggiungere il trekking al rifugio.

 

3. Ven 31 maggio: La Spinella – Sansepolcro 16 km
(Rete escursionistica Valtiberina)

Dislivello in salita 50 m – dislivello in discesa 700 m

Tappa semplice: il dislivello in discesa si percorre facilmente e si estende su quasi tutti i 16 km del percorso. Punti di interesse sono la Cooperativa di produzione di latte d’asina, all’interno della Riserva naturale Regionale dell’Alpe della Luna, e l’Eremo di Montecasale, fondato nel 1213 da San Francesco nella valle di Sansepolcro.

Sansepolcro (AR)

Sansepolcro si trova lungo la E45, facilmente raggiungibile in auto ma anche con autobus da Arezzo: http://www.etruriamobilita.it/orariBAAS.pdf 

In treno: Ferrovia centrale umbra

 

4. Sab 1 giugno: Sansepolcro – Citerna/Monterchi  13,4 km

Monterchi (AR)

Dislivello totale: in salita 170 m – dislivello in discesa 150

€ 25 pernotto+ 5 colazione presso l’Agriturismo Draghi. Disponibilità di posti tenda.
Cena: offerta dal Comune.

Tappa semplice, con leggeri dislivelli distribuiti su una media distanza. Si caratterizza per la partenza da Sansepolcro, terra natia del pittore Piero della Francesca, e per il passaggio attraverso i due borghi medievali di Citerna e Monterchi. In quest’ultimo è possibile visitare il museo della Madonna del Parto e il museo storico delle Bilance.

Madonna del parto

Trasporti: http://www.etruriamobilita.it/orari/BAAS.pdf 
In treno: Ferrovia Centrale Umbra

 

5. Dom 2 giugno: Citerna/Monterchi – Città di Castello 22,5 km
(Via Francigena di San Francesco)

Città di Castello (PG)

Dislivello totale in salita: 490 m – in discesa: 656 m

Tappa lunga e impegnativa, visti i continui saliscendi e i dislivelli comunque importanti.  Attraversiamo la riposante campagna della Valtiberina per arrivare a Città di Castello, l’antica Tifernum Tiberinum romana, poi libero e potente Comune di parte Guelfa.

Ospitalità (con offerta libera) presso il Convento dei Frati Minori degli Zoccolanti, con 15 posti letto e possibilità di sistemarsi a terra sui sacchi a pelo; avremo docce con acqua calda e uso della cucina.

Trasporti: Ferrovia centrale umbra

 

6. Lun 3 giugno: Città di Castello – Pieve De’ Saddi 19,4 km
(Via Francigena di san Francesco)

Dislivello totale in salita: 450 m –  in discesa 180 m

Tappa che si mantiene su un discreto chilometraggio e con un dislivello esclusivamente in salita, da considerare soprattutto nel caso di giornate particolarmente calde.
Punto di arrivo è Pieve de’ Saddi, luogo in cui, secondo la tradizione, sarebbe avvenuto il martirio di san Crescentino, soldato romano decapitato da Diocleziano per avere abbracciato la religione cristiana.

Pernottamento in struttura religiosa (si dorme su brandine) con offerta libera.

Pieve de’ Saddi (PG)

Per raggiungere il punto di partenza della tappa, contattare l’organizzazione.

 

7. Mar 4 giugno: Pieve de’ Saddi – Pietralunga (San Benedetto Vecchio) 16 km (Via Francigena di san Francesco)

Pietralunga (PG)

Pernottamento in palestra comunale (€.3,00) o presso il parroco (4 posto letto).

Per raggiungere San Benedetto vecchio, contattare l’organizzazione.

 

8. Mer 5 giugno: San Benedetto Vecchio – Gubbio 24 km
(Via Francigena di san Francesco)

Gubbio (PG)

 

9. Giovedì 6 giugno: Gubbio – Biscina 22 km
(Via Francigena di san Francesco)

Il castello di Biscina

Pernottamento al Castello di Petroia (un po’ caro ma molto bello: 30 euro pernotto e colazione), cena da trattare. Stiamo cercando strutture più economiche.

 

10. Ven 7 giugno: Biscina – Perugia 25 km
(Via Francigena di S. Francesco)

Arrivo a Ponte Felcino (frazione di Perugia), pernottamento nell’ostello locale a € 26,00 compresi cena e colazione.

Perugia

Trasporti: Ferrovia centrale umbra

 

11. Sab 8 giugno: Perugia – Assisi 25 km
(Via Francigena di San FrancescoLa marcia della Pace)

Assisi (PG)

Tappa in pianura

Si parte da Ponte Felcino e si scende lungo il percorso verde che costeggia il Tevere fino a Collestrada, dove si interseca il percorso della tradizionale Marcia della Pace.

Pernottamento presso Victor Hostel.
Costi: pernotto + colazione € 18,00, cena €.7,00

Trasporti: Ferrovia centrale umbra

 

12. Dom 9 giugno: Assisi – Foligno (riposo)

Nella mattinata: evento di incontro con le scuole sul tema della prevenzione antisismica.

Trasferimento in treno fino a Foligno: qui incontro con l’associazione FIE Valle Umbra e con la cittadinanza, visita della città.

Pernottamento presso il villaggio Capodacqua di Foligno: cena e colazione sono offerte; contributo minimo per i posti letto, altri in sala comune con sacco a pelo.

Foligno (PG)

 

13. Lun 10 giugno: Foligno – Nocera Umbra 23 km

Dislivello totale: salita 610 m – discesa 560 m

Nocera Umbra (PG)

Pernottamento a mezza pensione (€ 30) presso l’agriturismo Le Francesche.

Per arrivare: Nocera Umbra è sulla linea FS Roma-Ancona: orari

 

14. Mar 11 giugno: Nocera Umbra – Colfiorito 22 km

Dislivelli : salita 600 m / discesa 400 m

Pernottamento presso la struttura religiosa Locanda Emmaus.
Posti disponibili: 24 con letto e lenzuola; altri 30 in parrocchia con sacco a pelo.
Costi: € 25 mezza pensione, € 22 senza colazione, € 10 solo pernottamento.

Per raggiungere Colfiorito contattate l’organizzazione.

Serravalle di Chienti (MC): pascolo

 

15. Mer 12 giugno: Serravalle di Chienti – Camerino 21 km

Camerino (MC)

Dislivelli: salita 600 m / discesa 600 m

Per chi proviene dalla tappa precedente, è previsto al mattino lo spostamento con automezzi da Colfiorito a Serravalle di Chienti, da dove si partirà a piedi.

Pernottamento presso il Monastero S. Chiara delle Clarisse di Camerino (dentro le mura), che ci faranno anche visitare il Monastero ricostruito in seguito al terremoto.
Costi vitto e alloggio: offerta libera da parte dei partecipanti. NO posti tenda.
Occorre essere muniti di lenzuola (o sacco a pelo) e asciugamani propri.

Come arrivare: autobus   treno

 

 

16. Gio 13 giugno: Camerino – Fiastra 21 km
(Parco Nazionale dei Monti Sibillini)

Il lago di Fiastra, incastonato tra i Monti Sibillini

Dislivelli: salita 750 m / discesa 650 m

Pernottamento presso il complesso turistico Verde Fiastra: € 25,00 mezza pensione

Come arrivare: contattare l’organizzazione

 

17. Ven 14 giugno: Fiastra – Cupi – Lunghezza 11,5 km
(Parco Nazionale dei Monti Sibillini)

Come arrivare: contattare l’organizzazione

Cupi, frazione di Visso (MC)

 

18. Sab 15 giugno: Cupi – Visso lunghezza 12 km
(Parco Nazionale dei Monti Sibillini)

Sede del Parco Nazionale dei Monti Sibillini, che festeggia il 20° anniversario della costituzione. Accoglienza con aperitivo, evento della SIPEM (Società Italiana Psicologia dell’Emergenza), sezione Marche.
Si dorme a Ussita in una casa nobiliare (€ 15,00 + € 10,00 max per mangiare).

Come arrivare: autobus

Visso (MC)

 

19. Dom 16 Giugno: Visso – Norcia 17 km

Norcia (PG), Piazza San Benedetto

A Norcia ci vengono offerti alloggio e accoglienza per entrambe le notti presso l’ostello comunale. E’ previsto un incontro con l’amministrazione comunale e un evento di presentazione del progetto “Lunga Marcia” per la prevenzione antisismica. Laute cene a contributo per tutte e due le serate (max 15 euro).

Come arrivare: collegamento bus con Spoleto o treno Ancona-Roma

 

20. Lun 17 giugno: Norcia (riposo)

Escursione (libera) di 12 km a Forsivo, frazione di Norcia, collegata da un bell’itinerario nel bosco. Qui la Proloco ci preparerebbe un bel pranzetto dal costo di 5-8 € a seconda di ciò che vogliamo mangiare. Ritorno in pulmino o anche a piedi.

Nel pomeriggio visita della città di Norcia con guida locale.

Norcia (PG)

 

21. Mar 18 giugno: Norcia – Accumoli 27 km

Accumoli (RI)

Dislivello totale: in salita 1.150 m / in discesa 900 m

Ad Accumoli ci aspetta la cena preparata dalla Pro Loco. Per l’alloggio sono disponibili due B&B del paese: Le Antiche Mura e La Laga (alloggio e colazione a € 25,00 a persona). Possibilità di sistemarsi in tenda e/o con sacco a pelo.

Per arrivare ad Accumoli: autobus

 

22. Mer 19 giugno: Accumoli – Amatrice 16 km
(Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga)

Vitto e alloggio presso Lo Scoiattolo di Amatrice (segnalato da Slow Food) dove il menù prevede ovviamente una meravigliosa amatriciana, salsicce, contorno, acqua, vino e caffè (menù completo € 16,00).
L’alloggio è in bungalow (€ 22,00 inclusa la colazione). Vengono fornite le lenzuola ma non gli asciugamani. Possibilità di posto tenda.

Amatrice (RI)

Come arrivare: autobus

 

23. Gio 20 giugno: Amatrice – Capitignano 21 km
(Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga)

Capitignano (AQ)

Dislivello totale: in salita 800 m / in discesa 800 m

Si dorme nel B&B La Villa (tel 3462311144) su un colle con vista su tutti e quattro i lati. Una ventina di posti letto in una decina di stanze grandi con pavimenti in marmo, balconi, bagni ampi e moderni, un patio e un grande giardino. Costo € 25,00 a persona, colazione inclusa.

Il 21 è la festa del patrono ma in occasione del nostro passaggio, la sera del 20, il comune offrirà una cena a prezzi popolari e un concerto di organetti.

Per arrivare a Capitignano: contattare l’organizzazione

 

24. Ven 21 giugno: Capitignano – Pizzoli 20 km
(Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga)

Pizzoli (AQ)

Dislivello totale: 50 m in salita / 200 m in discesa

Il percorso è quello della ferrovia dismessa che arriva a L’Aquila passando per Pizzoli.
Si tratta di una strada bianca e liscia che offre una bella panoramica e si può percorrere anche in bicicletta.

Il Comune di Pizzoli ci metterà a disposizione una palestra in cui pernottare gratuitamente in sacco a pelo. Per chi desidera riposare più comodamente su un letto, stiamo definendo un tariffario conveniente con strutture ricettive vicine.

Come arrivare: autobus

 

25. Sab 22 giugno: Pizzoli – L’Aquila 16 km

L’Aquila, Basilica di S. Maria di Collemaggio

L’ultima tappa confluirà verso L’Aquila insieme all’altra (del cammino romano) in arrivo da Ocre: la marcia farà sosta al sito C.A.S.E di Coppito per ripartire verso il centro in una camminata di solidarietà, organizzata insieme alle associazioni di base aquilane, che vuole rappresentare il desiderio degli aquilani di riappropriarsi del proprio centro storico e della propria anima, partendo dai luoghi di edificazione della nuova disumanizzante edilizia di emergenza.

L’Aquila : Manifestazione per l’arrivo della Lunga marcia per l’Aquila. Stands in piazza, gruppi GAS di prodotti locali, offerta di parmigiano e Lambrusco provenienti da L’Emilia, animazioni organizzate dalle associazioni aquilane; ore 21,00 concerto in piazza Duomo Tete de Bois , Banco di Mutuo Soccorso (Palco a Pedali) conclusione de la campagna per una Mobilità Sostenibile.

Pernottamento (in via di completamento)

Mezzi di trasporto per il rientro: ci sono autobus in partenza per Roma a cadenza oraria e anche meno. vedi: Arpa

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

5 thoughts on “Percorso dall’Emilia

  1. dislivelli in salita e in discesa sono riportati solo fino alla tappa 6 ma, per programmare meglio nostra partecipazione a tratti della marcia , sarebbe importante completarli per tutte le restanti tappe fino a L’Aquila.
    Grazie per il lavoro che state facendo.
    Saluti a tutti
    Luigi

    1. entro la settimana dovremmo avere i dati che mancano. Stiamo completando i sopralluoghi per percorsi ed accoglienze. Un saluto e a vederci presto.
      Enrico per Movimento Tellurico

  2. Io non posso partecipare a questa bellissima inziativa, ai partecipanti chiedo quindi la cortesia di portare un caloroso abbraccio al mio amatissimo Abruzzo e alla splendida seppur ferita l’Aquila, con l’augurio, anzi, la pretesa, di vederla ricostruita e magnifica come la vidi l’ultima volta.
    Buona marcia!

  3. ciao ragazzi!!! da la verna a gubbio è stata una esperienza molto molto bella e importante!!! le persone, i pensieri, gli ideali, le esperienze, le risate, i paesaggi, il cammino… ringrazio tutti di cuore e mando a tutti un grande e forte abbraccio

  4. ciao a tutti
    nuovi e vecchi marciatori !
    è stata un pochino…ino come la …marcia del sale di chiara memoria
    tanto impegno e tanto sudore, nel camminare ma anche nell’organizzare !

    grazie a tutti e con chi ho condiviso un pezzetto di marcia e in particolare un grazie a silvano il grande, a melani sempre disponibile con la sua seria dolcezza e poi a tutti tutti…
    e un altro grazie, anche se che per impegni sociali mi sono dovuto “defilare” all’arrivo e me ne scuso, quindi non ho potuto salutare sia i compagni di cammino sia i partecipanti del tratto roma l’aquila, a enrico e un abbraccio a ersilia grandi organizzatori

    sono convinto e spero che questa marcia possa essere servita a smuovere le coscienze dei più, delle persone incontrate in strada, delle autorità, del governo e di tutti noi, perchè “vedere” l’aquila e viverla , se pur per un giorno, parlare con i terremotati è stato lacerante e avvilente e ti fa salire un senso d’impotenza e di rabbia che solamente il buon senso riconduce al centro…non ci sono parole !

    un saluto a tutti e …buon cammino!!!

    bruno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*