Il 2015 è stato un anno di importanti richiami storici per l’Abruzzo:

  • a gennaio cadeva il centenario del secondo terremoto più devastante d’Italia, quello della Marsica del 13 gennaio 1915: 30.000 morti e una ricostruzione misera e stentata, stretta tra due guerre.
    Movimento Tellurico ha partecipato per l’occasione ad alcune tappe della Spirale della Memoria, un cammino di 15 giorni attraverso i territori colpiti dal sisma e le grandi e piccole loro storie, ideato da Luca Gianotti, tra i fondatori della Compagnia dei Cammini.
  • a maggio la città dell’Aquila, insieme a tutta la regione, ha accolto l’88a Adunata Nazionale degli Alpini, con il motto Il ricordo, la ricostruzione, il dovere.
    Noi di Movimento Tellurico abbiamo partecipato all’evento a modo nostro: raggiungendo L’Aquila a piedi da San Panfilo d’Ocre con la Camminata degli Alpini, una giornata che anticipava il tracciato dell’ultima tappa della Marcia 2015.

Dal 27 giugno al 5 luglio, quindi, abbiamo percorso il nostro intero itinerario da Roma fino a L’Aquila, per parlare di ricostruzione, prevenzione e messa in sicurezza del territorio, ma anche per ricordare (o in qualche caso scoprire) la bellezza dei territori interni dell’Appennino centrale e l’importanza della loro valorizzazione, anche grazie alla collaborazione con i Comuni dell’associazione Borghi Autentici d’Italia.

Al nostro arrivo siamo entrati nel centro storico della città accompagnati dai ritmi travolgenti della Street Band abruzzese Balkan Bistrò:

 

volantino aggiornato loghi-page-001

 

volantino aggiornato loghi-page-002

Salva

Salva