14 giugno 2013: Fiastra – Cupi

Ecco alcune splendide foto della tappa di ieri del tratto Emilia-L’Aquila:
un grande grazie alla nostra Elisa Semeghini!

IMGP7133IMGP7103

IMG_0442
Camminando tra i Monti Sibillini, la natura si svela ai marciatori in tutta la sua varietà.

IMGP7094

IMGP7091

IMG_0437
La vista del lago di Fiastra è davvero mozzafiato.

IMGP7112IMG_0470

IMG_2256
Le Marche e i Monti Sibillini continuano a regalarci scenari incantevoli.

IMG_0428

IMG_0426

IMGP7140

IMG_0464 IMG_0459 IMG_0434

E la Lunga Marcia per L’Aquila continua…

IMG_2302

Incontro pubblico domani a Visso (MC)

Lunga Marcia per L’Aquila vi invita all’incontro pubblico Sono più forte del terremoto: storie della ricostruzione vissana, che si terrà domani alle 18:00 in Piazza del Forno a Visso (MC) in concomitanza con il passaggio dei marciatori in cammino dall’Emilia: parleremo di ricostruzione e prevenzione antisismica con la cittadinanza colpita dal sisma del 1997.

9 giugno 2013: Incontro con il Sindaco di Foligno

Domenica 9 giugno la Lunga Marcia per L’Aquila ha fatto tappa a Foligno, dove è stata ricevuta dal Sindaco della città che ha amichevolmente accolto la delegazione.

Visita della città e dei lavori di ricostruzione, quasi completati a distanza di 15 anni dal terremoto del 1997, guidati da Omero Savina.
In serata accoglienza presso la frazione di Capodacqua, ospiti della Fie Valle Umbra.

7 giugno 2013: Evento di incontro a Perugia

Evento di incontro a Perugia, nei locali della Torre presso il Bosco didattico di Ponte Felcino, alla presenza del vicesindaco di Perugia e del comitato per la ricostruzione di Spina (frazione del comuneu di Marsciano).

Nel corso dell’incontro è stato proiettato il documentario “Non chiamarmi terremoto” del progettro Edurisk promosso dalla Protezione Civile.

Di seguito il servizio di Marsciano7 sul passaggio della Lunga Marcia per L’Aquila a Spina:

5 giugno 2013: da Pietralunga a Gubbio

Si riparte diretti verso Gubbio!

La fioritura delle ginestre scoppia di primavera.

Anche se in cielo continuano ad addensarsi nuvole…

Ma canta che ti passa!

I sorrisi di Elisa e di Ermes.

E ricomincia a sorridere anche il cielo.

Mimmo ed Enrico: bravi, siete quasi arrivati a Gubbio!

E anche questa tappa della Lunga Marcia per L’Aquila è felicemente giunta a destinazione.

(grazie per le fotografie a Silva Ferretti ed Elisa Semeghini)

4 giugno 2013: da Pieve de’ Saddi a Pietralunga

Lasciamo Pieve de’ Saddi, di cui porteremo con noi un caro ricordo.


E si prosegue ancora verso sud, attraverso gli splendidi paesaggi umbri.


Con la guardia forestale che illustra ai marciatori il percorso da fare.


Foto di gruppo con la guardia forestale, a cui abbiamo donato una maglietta della Lunga Marcia per L’Aquila.


L’Umbria non è avara di scorci suggestivi.


Anche nella stanchezza, i nostri marciatori sorridono sempre.


(grazie per le foto a Elisa Semeghini)

3 giugno: da Città di Castello a Pieve de’ Saddi

Dopo le più nutrite tappe del fine settimana, il gruppetto dei marciatori rimasti saluta Città di Castello e si rimette in cammino.

Francesco, Vincenzo e Giuseppe, preziosissime guide autoctone.

Un momento di meritato riposo.

E si giunge a Pieve de’ Saddi, la “pieve dei santi” in cui, secondo la tradizione, avvenne il martirio di San Crescentino, soldato romano del IV secolo, decapitato sotto l’imperatore Diocleziano per avere abbracciato la religione cristiana.

Passaggio di consegne.

La luculliana cena preparata da Alexia non è l’unica prova della calorosa accoglienza riservata ai marciatori.

Foto di gruppo con Alexia prima della ripartenza per Pietralunga.

(grazie per le foto a Elisa Semeghini ed Enrico Sgarella)

2 giugno: da Monterchi a Città di Castello

Si riparte da Monterchi… ed è subito Umbria.

 

I paesaggi umbri non hanno nulla da invidiare alle Alpi.

 

“Daniele, che fiore è questo?” e il nostro GuiDaniele Moschini estrae il libro delle risposte.

 

Le bufale si godono il sole dopo tanti giorni di nuvole e pioggia.

 

Ogni ingresso in un bosco è come entrare in un ambiente con l’aria condizionata.

 

Proseguiamo lungo la Via Francigena: Città di Castello è vicina, ma anche le nuvole…

 

Quasi arrivati a Città di Castello, ecco l’immancabile pioggia…

 

…ma terminata la pioggia, ecco un inatteso regalo, anzi: doppio regalo!