COMUNICATO STAMPA

Comunicato Stampa

LUNGA MARCIA PER L’AQUILA

da Roma piazza Montecitorio all’Aquila 30 Giugno – 5 Luglio 2012

Sono passati quasi tre anni dal sisma del 6/4/2009 che ha devastato i comuni della conca aquilana ed in particolare il centro storico del capoluogo abruzzese.

Più passa il tempo e più insieme alle mura si sgretolano i rapporti umani, le relazioni, la storia e le tradizioni: tutto quello che è una città…. L’Aquila così muore giorno dopo giorno, nelle vie deserte, dispersa nella diaspora delle anonime new town, seppellita negli esercizi commerciali storici che rischiano di non riaprire più.

Questa è una ferita aperta che non possiamo, non dobbiamo, sopportare.

E’ un problema di tutti, non dei soli aquilani. Bisogna accelerare la ricostruzione con un grande progetto che faccia de L’Aquila, una delle più belle città d’arte del nostro paese, capoluogo di regione, un’occasione di sperimentazione nel segno della bellezza, della sostenibilità, dell’innovazione e della sicurezza. Una nuova città ideale dove l’uomo e non le merci siano messe al centro dello sviluppo.

L’intelligente ricostruzione de L’Aquila, nell’ottica della sostenibilità e la messa in sicurezza del territorio: queste sarebbero davvero “grandi opere” da fare subito. Un investimento che porterebbe una “buona crescita” economica con nuove possibilità di lavoro specialmente per le giovani generazioni.

Per questo abbiamo deciso (come Comitato per la Lunga Marcia per L’Aquila – un gruppo di semplici cittadini – associazioni di volontariato e associazioni di trekking) di fare qualcosa per rispondere a uno slogan di una manifestazione svoltasi a L’Aquila qualche tempo fa che diceva: L’Aquila chiama Italia: Dal 30 Giugno (prologo con partenza da Piazza Montecitorio) marceremo per sei giorni da Roma a L’Aquila (il percorso è pubblicato su www.lungamarciaperlaquila.it) per portare la nostra solidarietà ai fratelli aquilani e per chiedere che siano posti al primo punto dell’agenda di governo la ricostruzione del capoluogo abruzzese e degli altri comuni danneggiati dal sisma con il rispetto delle norme di sicurezza antisismica nonché più in generale la messa in sicurezza del territorio.

Il 5 Luglio ci riuniremo ad un’altra grande marcia (Stella d‘Italia) che partirà dai quattro estremi della penisola il 5 maggio e nei 60 giorni successivi percorrerà il paese per raggiungere a piedi L’Aquila: “città simbolo delle difficoltà che sta vivendo oggi l’Italia e del nostro bisogno di rigenerazione e ricostruzione” (per ulteriori informazioni http://camminacammina.wordpress.com) “.

Per il Comitato Lunga Marcia per L’Aquila)
Enrico Sgarella

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*