Ermete Realacci porterà in Parlamento le nostre istanze

Siamo lieti di poter pubblicare la lettera inviata da Enrico Sgarella, presidente dell’associazione Movimento Tellurico, promotrice della Lunga Marcia per L’Aquila, a Ermete Realacci, attuale Presidente della Commissione Ambiente, territorio e lavori pubblici della Camera dei Deputati, seguita dalla gradita risposta ricevuta oggi dall’On. Realacci.

Caro Ermete, buongiorno.

Come ti avrà anticipato Vittorio, siamo in marcia (già dal 25 maggio) per raggiungere L’Aquila partendo da Novi di Modena.La camminata solidale vuole idealmente unire con una lunga sequenza di passi i luoghi dell’ultimo terremoto, quello dell’Emilia dell’anno scorso, con il cratere aquilano dove si è verificato l’evento sismico più significativo di questi ultimi anni.
Una seconda marcia partirà da Roma il 14 giugno per convergere a L’Aquila, dove le due marce arriveranno insieme il 22 Giugno.
Attraverseremo i territori di comuni che hanno nella loro storia la memoria di devastanti terremoti, come Gubbio (dove mi trovo in questo momento), Assisi, Foligno e poi Nocera, Camerino, Norcia e Avezzano nel percorso del ramo Ovest.
La Lunga Marcia per L’Aquila è (nei due percorsi) organizzata dalle Associazioni Movimento Tellurico e Circolo Naturalistico Novese in stretta collaborazione con Legambiente (Modena) e Federtrek e si propone come scopo

non solo di portare a L’Aquila la nostra solidarietà e quella delle comunità che incontreremo, ma anche coinvolgere gli abitanti, le istituzioni e soprattutto le scuole delle città che attraverseremo in un vasto dibattito sulla prevenzione dei danni provocati dai terremoti.
Fra le nostre proposte c’è infatti che venga approvata una legge che preveda l’integrale deducibilità dall’imposizione fiscale delle spese effettuate dai privati per la messa in sicurezza antisismica degli edifici.

Nell’apprendere che il Governo aveva finalmente inserito anche le opere per la messa in sicurezza antisismica fra quelle che potranno usufruire del bonus fiscale non abbiamo che potuto apprezzare tale decisione (che ho immediatamente attribuito alla tua presenza nella commissione).

Tuttavia riteniamo che la messa in sicurezza antisismica (come quella per la messa in sicurezza dal dissesto idreogeologico) non vada messa sullo stesso piano di una ristrutturazione qualsiasi, sia pure per risparmio energetico.

Infatti chi interviene con onerosi interventi antisismici non lo fa solo per interessi propri MA ANCHE nell’interesse comune. Una casa che non crolla infatti non fa morti e non richiede le successive onerosissime spese per la ricostruzione (a partire dallo sgombero dei calcinacci)

Inoltre un grande progetto nazionale per la messa in sicurezza del territorio dai rischi del dissesto idrogeologico e per una seria prevenzione antisismica sarebbe un motore inesauribile per una BUONA CRESCITA diffusa sul territorio, con migliaia di cantieri che potrebbero dare lavoro a centinaia di migliaia di lavoratori (e meno infiltrabili dalla mafia come le cosidette grandi opere, Ti ricordi cosa ha detto Don Ciotti a Bari a proposito del ponte di Messina…) Questa sarebbe davvero una grande opera da fare subito!

Cercheremo di formare un comitato (fra tutti i contatti che abbiamo stabilito quest’anno nel corso di questa “semina” per una proposta di legge d’iniziativa popolare che renda deducibili al 100% le spese di messa in sicurezza antisismica e senza termine di scadenza.

NOI PARTIREMO IL 14 GIUGNO DA PIAZZA SEMPIONE PER LA PRIMA TAPPA DELLA LUNGA MARCIA PER L’AQUILA (DA ROMA) E CI PIACEREBBE DAVVERO AVERE UN INCONTRO IN QUELL’OCCASIONE.

In ogni caso mi farebbe piacere poterTi illustrare l’iniziativa nei particolari (in ogni caso trovi notizie su www.lungamarciaperlaquila.it e su Facebook

Un cordiale saluto e scusa la lunghezza della mail,

Enrico Sgarella

 

La risposta di Ermete Realacci:

Caro Enrico,

sì, mi aveva anticipato tutto Vittorio! Grazie del messaggio e complimenti per la bella iniziativa. Condivido le tue osservazioni e come vedrai dal testo della risoluzione approvata in VIII Commissione Ambiente l’impegno del Governo è quello di estendere lo sgravio agli interventi per la sicurezza antisismica. Il mio impegno perciò ci sarà anche in Aula in sede di conversione del decreto affinché la misura per la sicurezza contro i terremoti divenga legge.

Buona marcia e un abbraccio!
Ermete

Realacci ha gentilmente allegato alla sua risposta anche il documento della risoluzione approvata: per scaricarne una copia in formato Word clicca qui:
Realacci – Risoluzione approvata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*